Modalità di cessione

L’allevamento dispone di cuccioli da compagnia (pet) di alta genealogia, solo occasionalmente durante l’anno.
È nato grazie ad una passione con l’idea di incentrarsi sulla “qualità”. Disponiamo infatti di poche fattrici.
I nostri cuccioli solitamente sono pronti a lasciare la nostra casa e le loro mamme a partire circa dai 4 mesi di vita. L’Associazione Nazionale Felina Italiana (ANFI) di cui faccio parte come socia, ci impone la cessione a partire dai canonici 84 giorni dalla nascita, ma diversi studi veterinari consigliano di protrarre il distacco da mamma e fratelli successivamente alle 12 settimane di vita. Come sostenuto anche dalla Dott.ssa Francesca Serena (Veterinario Specialista in Patologia e Clinica dei piccoli animali e con master di II livello in Medicina comportamentale degli animali d’affezione): “Un gattino

separato dalla madre e dai fratellini prima che questo processo sia concluso potrà avere per tutta la vita problemi nell’interazione con gli altri gatti; potrà non essere mai in grado di stringere legami affettivi normali con gli umani, potrà essere pauroso, sfuggente o timido e sviluppare attaccamenti inappropriati a cose ed oggetti. A volte i gattini che non sono stati abbastanza con la mamma sono assolutamente insicuri e diventano gatti paurosi che stanno quasi sempre nascosti, inoltre se è mancato loro il necessario periodo di gioco con i fratelli possono sviluppare problemi comportamentali come aggressività e difficoltà di apprendimento. I gatti non sono animali da branco e sono in grado di stringere legami con gli esseri umani a tutte le età, anche da vecchi”.

Quindi in sostanza, è bene che chi scelga di prendere con sé un gatto di razza, con specifiche caratteristiche, punti sulla qualità e sul benessere del cucciolo stesso cercando di far venire meno il desiderio di volerlo troppo piccolo perché “ancora cucciolo” (vorrei sottolineare che un Birmano ad un anno di età è ancora un gran cucciolotto, visto che la razza si sviluppa completamente e diventa adulta dopo i 18-24 mesi d’età).

Il gattino sarà pronto quindi per la sua nuova casa, sia fisicamente che psicologicamente successivamente le 12 settimane di vita, quando tutti i processi descritti si saranno compiuti in maniera naturale.
Tutti i miei cuccioli sono ceduti con regolare pedigree rilasciato dall’ANFI che è uno dei 41 membri che fanno capo alla FIFe (Fédération International Féline), ciclo vaccinale completo (FPV, FHV-1 e FCV) e composto da prima vaccinazione più due richiami (secondo le nuove linee guida WSAVA 2015). Vengono regolarmente effettuate almeno due sverminazioni prima delle vaccinazioni e la nostra veterinaria di fiducia effettua regolare visita prima della cessione del cucciolo per assicurarsi e certificare la sua buona salute con annesso esame delle feci.
I miei piccoli cuccioli sono abituati fin da subito ad interagire con gli altri, sia pelosi che umani, bambini ed anziani,

perfettamente socializzati, abituati all’uso del tiragraffi e alla toilette per i bisognini. Tendenzialmente sono molto affettuosi ed espansivi, delle vere e proprie macchine da fusa. Qualità che onestamente prediligo rispetto alla loro bellezza.
Nel costo di cessione è incluso sia il costo che la gestione della pratica per il passaggio di proprietà. Sono ceduti tendenzialmente da compagnia e quindi con “obbligo di sterilizzazione” che rimane a carico dell’allevatrice e che viene effettuata successivamente in accordo tra le parti.
Insieme al cucciolo viene rilasciata una guida di cessione completamente scritta dalla sottoscritta e comunque mi impegno sempre a seguire e ad essere a disposizione dei futuri proprietari, sia prima, durante che dopo la cessione di ognuno di loro.
A corredo vengono consegnati dei kit: starter kit Royal Canin più kit prime pappe, un kit giochi e un kit primi bagnetti composto da cardatore, spazzola, tagliaunghie e un campione di Bagno Effetto Volume della Baldecchi. Il piccolo effettua il primo bagnetto 2/3 giorni prima di lasciare l’allevamento cosi da potersi abituare fin da subito. Successivamente viene anche applicata una protezione con antiparassitario per i primi 30 giorni che verranno a vivere con voi. A corredino vengono rilasciate anche alcune foto scattate nei primi mesi di vita del piccolo/a con mamma e fratellini. Ovviamente finestre, terrazzi e/o giardini vanno messi in sicurezza prima dell’arrivo del vostro amato/a in casa!

Tutti i miei cuccioli vengono rilasciati con “contratto di cessione per tutela e garanzia“.

Diffidate da chi vuole cedervi un cucciolo senza pedigree facendolo passare per “grande affare”, rivolgetevi solamente ad allevamenti seri e che rilasciano garanzie, disposti a seguirvi anche dopo la cessione del cucciolo. La pratica associativa per il rilascio del certificato genealogico costa un paio di decine di euro a cucciolo e non è di certo quest’ultimo a determinarne il costo finale di cessione!
L’allevatore sostiene molteplici spese in gestione (esami, accertamenti, test genetici, controlli veterinari, alimentazione sana ed equilibrati di alti livelli, pratiche varie, costi di sterilizzazione, ecc. ecc.) oltre a tutto il tempo amorevole che esso dedica per crescere cuccioli sani e dal carattere meraviglioso!
Gli scucciolatori risparmiano in ben altro!